Gioco della vita

Giano -  Gioco della vita

Il gioco della vita

per ritrovare quanto ci appartiene, che forse abbiamo dimenticato, ed aumentare la conoscenza di noi stessi.

Introduzione

Ripensando a quello che si è fatto, a come si è arrivati a certe mete, alle rinunce ma anche alle conquiste, ai successi o ai passaggi che ci rendono “adulti”, ci accorgiamo che la nostra vita è una specie di gioco.

Questo alternarsi di momenti rilassati e momenti stressati, di alti e bassi, di cadute e di riprese sono parte integrante della vita. Giocare con i nostri ricordi è importante perché questo ci permette di rivivere le sensazioni collegate ai ricordi.
Ordinando i nostri ricordi, ci accorgiamo che stiamo realizzando una strana specie di affresco, di sceneggiatura.

Questo ci aiuta a capire “perché” abbiamo vissuto, “come” siamo entrati nella vita, quali panni abbiamo scelto, quali parti di noi abbiamo messo in gioco, quali commedie abbiamo recitato.

Il proprio racconto è lo specchio di quello che si è stati e si è, del tempo che si è vissuto, dei luoghi in cui si è abitato, delle cose che si sono incontrate.
Ritrovare quanto ci appartiene e forse abbiamo dimenticato aumenta la conoscenza di noi stessi.

Il viaggio nei nostri ricordi prevede di muoversi attraverso:

  • Il gioco dell’Oca
  • Narrazioni
  • Miti ed identificazione
  • La famiglia
  • La casa
  • Feste e Cerimonie
  • Le Emozioni

Tempi e costi

Il corso prevede 10 incontri teorico-esperienziali, a cadenza settimanale, di 2 ore ciascuno, per un costo totale di 150€ a persona. Numero minimo 10 partecipanti.