Progetto screening per i dca nelle scuole

Progetto di screening per i Disturbi del Comportamento Alimentare nelle scuole

Il progetto si propone di valutare, attraverso la somministrazione di questionari, la percentuale di soggetti a rischio di insorgenza Disturbi del Comportamento Alimentare nella popolazione preadolescenziale e adolescenziale individuando:

  • i fattori di rischio;
  • i segni e sintomi.

I dati raccolti forniranno una mappa dei soggetti a rischio dei territori della ASL 15 che potrà essere utilizzata per strutturare un progetto di intervento sul territorio, inoltre i dati raccolti verranno sintetizzati al corpo insegnanti e nel caso di situazioni fortemente problematiche verranno contattate le famiglie per una restituzione.

Corsi di prevenzione dei Disturbi del Comportamento Alimentare nelle scuole

L’obiettivo della prevenzione nei Disturbi Alimentari è quello di riuscire a promuovere comportamenti alimentari salutari, stili di vita attivi e una positiva immagine corporea senza incrementare nei giovani la preoccupazione per il peso e le forme corporee.

Si tratta di programmare e implementare i progetti di prevenzione, passando:

  • dal paradigma della prevenzione della malattia a quello della promozione della salute;
  • da interventi mirati alla prevenzione di specifiche patologie alla prevenzione/promozione più generale del disagio/benessere psicofisico tramite la costruzione/implementazione delle abilità personali (life skills);
  • da interventi su bambini/adolescenti ad interventi sui sistemi e su diversi agenti/agenzie;
  • da interventi una tantum e di cui misurare l’efficacia a breve termine ad interventi continui e prolungati e da verificare a medio – lungo termine;
  • da interventi che si basino su informazioni fattuali (soprattutto su cosa sono i Disturbi Alimentari e sulla corretta alimentazione) ad interventi che mirino e consistano in una particolare attenzione alle abitudini, atteggiamenti, comportamenti attraverso lavori di gruppo e metodi esperenziali;
  • da interventi sulle popolazioni a rischio ad interventi universali con gruppi coetanei.