Archivio tag: TFC

Ciclo Seminari per il trattamento dei DCA | Ottobre 2017-Febbraio 2018

Percorso di seminari di formazione per il trattamento dei DCA

Ottobre 2017 – Febbraio 2018

.

Per chi decide di frequentare più di un seminario sono previste delle riduzioni.

Tutte le informazioni in merito sono presenti nel Depliant che potete scaricare dal link qui sotto.

.

Clicca sui LINK qui sotto per scaricare il Depliant con il Programma completo in formato PDF

GIANO_36_DCA_Ciclo_Seminari_DEPLIANT_Rev1

.

Mano a mano troverete di seguito pubblicati anche i Depliant con i Programmi esaustivi dei singoli corsi.

.

GIANO_36A_Riabilitazione_Nutrizionale_DCA_DEPLIANT_Rev1

.

GIANO_36B_Councelling_Nutrizionale_DCA_DEPLIANT_Rev2

.

Presentazione

Le linee di indirizzo nazionali per la riabilitazione nutrizionale nei disturbi dell’alimentazione dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute evidenziano la necessità di identificare correttamente le persone che necessitano di un supporto nutrizionale per mettere in atto i trattamenti nutrizionali più appropriati. Gli interventi nutrizionali nei disturbi dell’alimentazione costituiscono un aspetto molto importante di un programma di trattamento più complesso.

Gli obiettivi della riabilitazione nutrizionale sono:

  • Ripristinare il peso;
  • Normalizzare le abitudini alimentari;
  • Realizzare le normali percezioni di fame e sazietà;
  • Correggere uno stato di malnutrizione biologico e psicologico;
  • Concordare con il paziente gli obiettivi nutrizionali;
  • Identificare i pensieri disfunzionali relativi al cibo, al peso e alla dieta.

Inoltre, poiché la maggior parte dei pazienti con disturbo dell’alimentazione presenta problemi nella consapevolezza di malattia e nella motivazione al trattamento, che possono rendere difficile la collaborazione al programma di cura, è necessario valutare:

  • La disponibilità e le abilità del paziente nella modificazione del comportamento;
  • Monitorare l’adesione del paziente al Programma di Riabilitazione Nutrizionale (PRN)
  • Migliorare la motivazione del paziente a recuperare una sana alimentazione.

È importante quindi conoscere le tecniche di supporto per il raggiungimento di questi obiettivi:

  • Tecniche di valutazione e monitoraggio dello stato nutrizionale;
  • Strategie di riabilitazione nutrizionale;
  • Nozioni di counseling e altre tecniche motivazionali.

Le linee di Indirizzo Nazionali per la Riabilitazione Nutrizionale nei Disturbi dell’Alimentazione dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute consigliano come modello di cura maggiormente efficace l’approccio multidisciplinare integrato dove la comunicazione tra i professionisti è fondamentale per monitorare i progressi del paziente e le eventuali modifiche necessarie al piano di trattamento e per delineare i ruoli specifici e le responsabilità dei membri del team. Quindi quando un paziente è gestito da un team interdisciplinare in ambiente ambulatoriale, la comunicazione tra i professionisti è essenziale in modo che tutti i membri del team abbiano una chiara comprensione delle reciproche responsabilità e dei diversi approcci.

È necessario, di conseguenza, conoscere il ruolo delle diverse figure professionali che compongono l’équipe multidisciplinari e le modalità di comunicazione più efficaci.

Nell’ottica di un percorso di formazione l’Associazione Giano propone un ciclo di seminari con l’obiettivo di fornire tecniche e strategie pratiche di intervento nel trattamento dei DCA.

.

Ciclo di Seminari per il trattamento dei DCA

Ciclo di Seminari relativi al trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare:

19 – 20 Giugno 2015Percorso di Riabilitazione Nutrizionale nei DCA

11 – 12 Settembre 2015, Training di Familiarizzazione al Cibo

16 – 17 Ottobre 2015, L’utilizzo del Diario Alimentare nell’approccio nutrizionale di tipo educativo

GIANO_16_DCA_Dietisti_new_FB2

.

I Disturbi Alimentari (DA) possono essere considerati alla stregua di un poliedro con molteplici facce eclettiche, coese l’una con l’altra, certamente non tutte uguali nella forma e nella dimensione, ma assolutamente integrate l’una con l’altra senza un netto confine.

In questa caleidoscopica e molteplice serie di competenze professionali e disciplinari si deve inserire il Dietista col suo ruolo tecnico di base.

Il Dietista esperto in DA deve essere in grado di:

  • riconoscere segni e sintomi dell’alterata funzionalità d’organo, associata alle pratiche di compenso (vomito autoindotto, abuso di lassativi e diuretici, ecc)
  • identificare i pensieri disfunzionali relativi al cibo, al peso e alla dieta;
  • valutare la disponibilità e le abilità del paziente nella modificazione del comportamento;
  • concordare con il paziente gli obiettivi nutrizionali
  • monitorare l’adesione del paziente al Programma di Riabilitazione Nutrizionale (PRN) e valutarne i risultati;
  • instaurare una relazione di fiducia e di collaborazione tra Dietista e Paziente.

e deve essere in grado di conoscere le tecniche di supporto per il raggiungimento di questi obiettivi

  • il counseling e altre tecniche motivazionali
  • il pasto assistito
  • la conduzione di gruppi psicoeducazionali
  • l’utilizzo di strumenti specifici basati sull’automonitoraggio (come il Diario
  • Alimentare)

Le parole chiave del PRN sono: educazione nutrizionale, pianificazione dei pasti, organizzazione di

modelli alimentari regolari e disapprovazione di regimi dietetici

 

L’Associazione GIANO propone quindi una serie di seminari formativi con l’obiettivo di fornire tecniche e strategie pratiche di intervento nel trattamento dei DCA

.

Clicca sui link qui sotto per scaricare il Depliant con il Programma dettagliato del Primo Corso e il Modulo di Iscrizione

.

GIANO_16_DCA _Dietisti_MODULO_Rev2

.